Scuola Waldorf Firenze

Tel. 055 9361847 - Cell. 334 7634252 info@scuolawaldorffirenze.it

Menu

Giardino d'Infanzia

L'asilo della scuola Waldorf

Il nostro giardino d’infanzia ospita bambini dai 3 ai 6 anni. E’ uno spazio costruito in modo artistico in cui c’è il minor numero di cose “finite” e il maggior numero di cose “create” dagli educatori, dai genitori e dai bambini stessi.

DSC_0387_lowIl lavoro all’interno, in cortile e in giardino, crea un’atmosfera produttiva, in cui i bambini possono crescere liberi da stimoli ludici preconfezionati.
Le forze migliori dell’uomo, la fantasia e l’iniziativa, possono così svilupparsi ed agire in tutta tranquillità.

L’asilo waldorf non è un mondo di adulti rimpicciolito ad arte; i bambini non sono stimolati a giocare né con attraenti giocattoli colorati, né seguendo la moda e la mentalità degli adulti.
Tutto è semplice, tutto è molto vario e non c’è nulla di finito.

I giocattoli sono raccolti in grandi ceste e sembra che siano stati appena raccolti nel bosco, lungo la strada, sulla spiaggia: pezzi di rami, radici, pigne, pietre, castagne, conchiglie, ma anche bei teli di stoffa colorata e nastri e cordicelle ben riposti in ordine sugli scaffali.
Non manca l’angolo del gioco della “casa” dove preparano da mangiare con ciotole di legno, piattini e scodelle di ceramica, vere pentole e macinini.
Le bambole, molto semplici, imbottite di lana, così da sentirne il calore quando si prendono in braccio, dormono in comode culle di legno o in carrozzelle di vimini.
I bambini giocano, fanno costruzioni, spostano i piccoli mobili, facendo nascere case, navi, treni, dando il soffio vitale ad esperienze del mondo degli adulti o della propria fantasia.

Gli educatori formano la cornice, intervenendo solo quando indispensabile, osservando molto e lavorando in modo comprensibile davanti ai bambini. La maestra riordina, spolvera, cuce, abbellisce l’ambiente, cucina, si occupa del giardino e dell’orto.
Anche nella preparazione del pranzo spesso i bambini collaborano e poi apparecchiamo la tavola e tutti insieme mangiamo, dopo aver detto grazie al sole e alla terra.

Al gioco libero, considerato l’attività più importante, si affiancano il disegno con i caratteristici colori a cera (mattoncini), la pittura con acquarelli vegetali che non ricerca la forma, ma la pura esperienza del colore, il ricamo, il cucito, il modellaggio di cera di api colorata, attività di cucina, l’euritmia.

Non dunque gli insegnamenti, ma l’imitazione delle attività e dei comportamenti degli adulti costituiscono per la prima infanzia, i principi dell’apprendimento.

agosto: 2017
L M M G V S D
« apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031